Home
scrittori
arte
notizie
links
contatti
banner
Bassano vuol dire

 


Alessandro Tassoni: La secchia rapita


 I Modenesi, nell'inseguire i Bolognesi venuti a depredare il loro territorio, penetrarono fin dentro la cittā dei nemici e ne portarono via una secchia. Per riaverla, i Bolognesi mandano ambasciatori a Modena, offrendo in cambio una terra. La proposta č rifiutata e iniziano le ostilitā. Modena sollecita l'aiuto di Federico II e si procura alleati fra le cittā ghibelline.

 Enzo, re di Sardegna, figlio dell'Imperatore Federico, muove all'impresa. Si ingaggia una gran battaglia, che termina con la fuga dei Modenesi, in preda al terrore, e con la cattura dello stesso re Enzo da parte dei Bolognesi. Si pattuisce una tregua, durante la quale Ezzelino III, signore di Padova e della terraferma veneta, grande alleato di Federico II, sollecitato dall'Imperatore si prepara a muovere contro Bologna col suo esercito composto da truppe provenienti dalle cittā e dai paesi del padovano, del vicentino e del trevigiano. č nell'accurata rassegna delle forze ezzeliniane e delle relative insegne araldiche che compaiono anche i luoghi bassanesi citati nelle ottave 24 e 25 del Canto VIII, soprattutto Campese che deve la sua fama al sepolcro di Merlin Cocai (Teofilo Folengo).

 

 

                      24

Le bandiere d'Onara e di Romano,

quelle di Cittadella e Musolente

regge, e di Fontaniva e di Bassano

e de la Bolzanella arma la gente.1

Va con questi Campese a mano a mano;

Campese la cui fama a l'occidente

e a' termini d'Irlanda e del Cataio

stende il sepolcro di Merlin Cocajo,

 

                      25

latino autor di mantuani versi,

per cui la donna sua Cipada2 agguaglia

e i monti di Cucagna e i rivi tersi

levan la palma a quei de la Tessaglia.

Erano i Campesani in Lete immersi,

or li solleva al ciel l'onda castaglia:

e forse ancor su questi scartafacci

faran del nome lor diversi spacci.

 

1 Parla di Inghelfredo, prima tesoriere e poi comandante dell'esercito di Ezzelino. Nota di Tassoni: "Dicono che veramente costui fosse uno de' favoriti d'Ezzelino, e alzato da lui a' primi gradi d'onore, d'uomo basso ch'egli era".

 

2 "La donna di Cipada č Mantova, illustrata dai versi di Vergilio, come Cipada da quei di Merlino poeta sepolto nella terra di Campese con famosa sepoltura fabbricatagli dal padre don Angelo Grillo, poeta famoso anch'egli, e principalissimo soggetto della religione benedettina". , .

 

TRATTO DA: Alessandro Tassoni, La Secchia rapita , A. F. Formiggini editore in Roma, agosto 1924

 

     Torna su

   Vai a Scrittori

Home | scrittori | arte | notizie | links | contatti | banner | Bassano vuol dire

Ultimo aggiornamento:  02-10-10